Costo del trasloco: le 4 variabili che contano nel 99% dei casi

Tranquillo, non sei atterrato su una pagina preventivo, su una di quelle pagine piene di campi da compilare e informazioni da inserire. Qui vogliamo solo raccontarti cosa c’è dietro e quali sono le 4 variabili che incidono di più sul “costo trasloco” che stavi cercando. 

Indirizzi di partenza e arrivo
A meno che tu non abbia deciso di trasferirti nella via di fronte o di traslocare nell’appartamento al piano di sotto, ci serve conoscere esattamente da dove a dove dobbiamo spostare tutto l’ambaradan. Dobbiamo calcolare i tempi e le spese per muoversi e – anche se conosciamo gran parte del nord Italia come Google Maps – per i calcoli utilizzeremo quello vero. 

I piani da scendere e quelli da salire
Se l’abitazione che stai per lasciare si trova al secondo piano o più in alto e non c’è neanche l’ascensore, innanzitutto capiamo perché la vuoi lasciare. D’altro canto, tu puoi capire che questa eventualità può avere un minimo impatto sul preventivo finale. Vale lo stesso se nel tuo nuovo condominio hai finalmente trovato un bell’ascensore ma devi portar su un pianoforte a coda fino al quinto piano.

Avete fretta?
Se avete problemi coniugali e il partner ti ha detto di sloggiare seduta stante faremo il possibile per venirvi incontro ma è possibile che per qualche giorno dovrete fare buon viso a cattivo gioco. Cerchiamo sempre di andare incontro alle necessità dei clienti e se proprio preferite il weekend, faremo il weekend: saremo straordinari come al solito sul lavoro e un po’ meno straordinari con i costi.

Un’idea di massima del mobilio
Infine, ci serve sapere quanti mobili dovete trasportare. Non vogliamo che prendiate le misure col righello o che vi mettiate a contare mobili e mobiletti. Sicuramente avrete uno smartphone, quindi basta inviarci qualche foto o dei video su WhatsApp e sapremo regolarci.

Ti è venuta voglia di chiederci un preventivo? Compila il nostro form lo abbiamo ridotto all’osso!

Questo sito utilizza cookie.