fbpx

Come scegliere il pluriball per il trasloco

 

Il pluriball, meglio conosciuto dalle nostre parti come millebolle, è un foglio di polietilene utilizzato da alcuni come anti stress e da altri come causa stress. Un giorno, qualcuno decise che poteva essere utile anche per i traslochi e così il nostro mondo conobbe una grande rivoluzione tecnologica.

 

Ok, forse non è andata proprio così ma il succo è quello: se vuoi proteggere oggetti fragili o ammortizzare eventuali colpi durante il trasporto non puoi trovare alleato migliore. Esistono vari tipi di pluriball, vediamo quali sono le caratteristiche e le differenze.

Pluriball per trasloco

Con bolle piccole e con bolle grandi

La prima sostanziale differenza sta nella dimensione delle bolle. I pluriball con bolle piccole (10 mm di diametro) si adattano all’oggetto completamente e lo ricoprono ricalcandone perfettamente la forma. Sono l’ideale per piatti e soprammobili. I pluriball con bolle grandi (30 mm di diametro), hanno invece una capacità di assorbire gli urti molto più alta e sono quindi l’ideale per oggetti di design e di pregio.

 

Pluriball standard o antistrappo

Ha due strati, il primo liscio e il secondo a bolle d’aria. È utilizzato sia come protezione interna per riempire gli spazi vuoti che come protezione esterna. Il caso potrebbe essere quello del trasporto di un macchinario dove il materiale può lacerarsi. La grammatura è consistente, varia dai 115 gr/mq ai 90 gr/mq dei modelli più recenti.

 

Pluriball in coestruso 2 strati

È il tipo più economico, composto da uno strato liscio e uno di bolle con una grammatura che parte dai 35 gr/mq. Le materie plastiche sono di alta qualità e il processo di lavorazione in coestrusione assicura l’impermeabilità al livello dei più pesanti pluriball tradizionali. È utile quando va ridotto al minimo l’ingombro e nel riempimento al posto dei cubetti di polistirolo.

 

Pluriball in coestruso 3 strati

Se al pluriball a due strati viene aggiunto in fase di lavorazione un film di polietilene HD (alta densità) di 10 gr/mq, ecco che abbiamo il pluriball a 3 strati, un materiale impermeabile e resistente agli urti come il pluriball tradizionale ma più leggero e meno costoso. Inoltre ha un impatto ambientale minore. Da utilizzare come strato di separazione fra oggetti di un certo peso che possono danneggiarsi a vicenda.

 

Pluriball cartonato

Questa è l’opzione che garantisce la protezione maggiore: al pluriball standard viene aggiunto un robusto foglio di carta Kraft da posizionare verso l’esterno. Il peso totale è di 175/180 gr/mq ma se avete quadri o mobili antichi di valore è la soluzione migliore.

 

Fiorello sceglie con attenzione i materiali necessari a garantisce al cliente il giusto rapporto qualità/prezzo. Naviga sul sito e scopri come lavoriamo!

Questo sito utilizza cookie.